Questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.

Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Scopri l'informativa e come negare il consenso.

Newsletter del 30 gennaio 2017

Stampa
Se non riesci a visualizzare bene questo messaggio, clicca qui per vederlo direttamente dal nostro sito.
 
 
news2016 header
 

 

Newsletter del 30 gennaio 2017

Notizie Flash - 20 Settembre 2017

Cari soci,

La temperatura della settimana appena passata è da inquadrarsi come tipica del mese di gennaio, infatti gli zero gradi sono stati costanti per tutto il periodo; con un tale tempo le persone normali la sera si chiudono in casa e… guardano la televisione e la domenica si riposano. Ma noi del Genova siamo persone che emergiamo dalla media, abbiamo voglia di godere lo spettacolo dal ‘’vivo’’ e la domenica di divertirci pedalando per scaricare la tensione accumulata. Dalle note che seguono capirete che per spettacolo dal "vivo" mi riferisco alla serata di giovedì sera che ha avuto il plauso di tutti i presenti, fossero essi di recente o meno recente militanza nel Genova. Alla Rando della Merla i -2° alla partenza non hanno scoraggiato i 34 partenti, forse il nostro era il gruppo più numeroso; mi sembra un buon inizio di stagione.
Un grazie a tutti.

Metti una sera al Genova: 50 anni della nostra storia

Gli sprinter di razza, i famelici cacciatori di tappe lanciano sempre una rapida occhiata all’indietro per intercettare gli sguardi avversari prima di sferrare l’attacco decisivo.
Così il Genova, la sera del 26 gennaio, ha regalato ai propri associati uno sguardo nel proprio passato attraverso un evento celebrativo degli ultimi 50 anni della Società: una serata vissuta senza nostalgia e piena di voglia di partire dall’esempio e dall’esperienza in una progressione vincente verso il futuro.
E allora metti un campione sociale che ha fatto gli onori di casa ed accompagnato l’alternanza di ospiti e storie con il sostegno di note e fotografie che ci hanno fatto viaggiare nel tempo.
Metti un gruppo di atleti del Genova più o meno recente, che ci hanno raccontato come il ciclismo si sia intrecciato con le loro vite, svelandoci il loro essere il Genova più intimo.

E così ci hanno portati a sfrecciare al Vigorelli, dove abbiamo vinto volate beffarde e sentito le schegge di legno nella pelle; ad allenarci all’alba, sperando di ottenere dal datore di lavoro più tempo per ben figurare nei dilettanti;  ad alzarci, bambini, alle 4 del mattino per andare alla corsa con il papà; a non disperare per essere rimasti in pochi e persistere per riportare il Genova ai fasti di un tempo; a cominciare a pedalare con il Genova per diventare vincitori di Gran Fondo; ad immaginarci come l'allenamento e l'alimentazione potranno farci stare ancora meglio pedalando.

Metti un Sergio Meda, giornalista ed amico del ciclismo e del Genova, che ha incoraggiato e stimolato gli ospiti, tagliato e cucito aneddoti e storie, tenendo sempre leggero ma in tensione il filo del racconto.
Metti un pubblico, sempre attento, affascinato, ammirato e mai stanco di ascoltare e tributare il giusto plauso ai nostri campioni.
Metti anche chi ha ideato, preparato, scritto, contattato, prenotato, fotografato, contribuito e messo in scena tutto questo: anche loro sono campioni.

Claudio De Girolamo

 RANDO DELLA MERLA

Primo appuntamento ciclistico del calendario 2017 del Genova, quasi da brindare, e subito larga affluenza. Il freddo? Ci scalda l'amicizia. La nebbia? Non ce n'è. Ma è troppo lunga per me! Ti aspettiamo noi. Vanno troppo piano per me! I primi hanno viaggiato alla media di quasi 40 all'ora... in pratica non c'era scusa valida per non venire. Per tutti i gusti e livelli di allenamento.

Partenza alla Genova: tra gli ultimi e quasi tutti insieme. Anticipano la partenza un gruppetto che ha già programmato qualche sosta in più rispetto al programma ufficiale. Andamento tranquillo fino a poco prima del lago di Varese dove, chi guida il gruppo ed in quel frangente non siamo noi del Genova, sbaglia strada e bypassiamo il punto di ritrovo per la classica foto sulla terrazza panoramica con vista lago. Da qui la situazione sarà un po' meno tranquilla: il mangia e bevi del lato sud del lago e la buona andatura mietono vittime. Ci ritroveremo però tutti al controllo/ristoro alla fine del giro del lago. 

Chi conosce il percorso sa che qui iniziano le difficoltà. Brevi ma impegnative salite alternate con tratti di leggera discesa. Scatta in automatico il piano "non si lascia nessuno per strada". Dietro si forma un drappello di 6 ciclisti in cui ognuno gioca la sua parte: locomotiva, ruota amica per il ciclista in difficoltà, ciclista in difficoltà, prima e seconda spinta per il ciclista in difficoltà e per ultimo il controllore delle retrovie. Naturalmente ci asteniamo dal rivelare il nome del ciclista poco allenato per non sollevare troppo le invidie per cotanto trattamento. Nè i nomi degli altri componenti del gruppetto che hanno sacrificato (volentieri, così hanno fatto meno fatica!) il loro allenamento confermando le finalità che il Genova ha scelto di darsi e con l'auspicio che da tutti sia condiviso (ogni riferimento a "essere il Genova" non è puramente casuale).

Alla fine tutti insieme a mangiare polenta e briscitt... Non sapete cosa sono? L'anno prossimo partecipate e lo scoprirete... però allenatevi prima!

 FOTO CENA SOCIALE 2016

Con colpevole ritardo vi propongo il LINK DELLE FOTO della cena sociale 2016.

A presto.

Giancarlo Scalmana

 
 

 
 
                                                         A cura di Gionni Piuma 
 
 
Siamo anche su ... Facebook
 
 
news-footer2013
Se desideri non ricevere più questo notiziario? Unsubscribe